EVENTI

Eventi DAP Festival 2018

Direttrice Artistica Adria Ferrali

DAP FESTIVAL

Festival internazionale della danza e delle arti visive. Progetto integrato di danza, arte, musica, scultura e fotografia.
Il DAP Festival ha promosso una Piattaforma Coreografica Internazionale aperta a danzatori e coreografi professionisti di tutto il mondo. Le performances dei coreografi disseminate in luoghi della città saranno filmante e confluiranno in una video produzione originale. Sono organizzate a compendio anche masterclass di danza a livello intermedio e avanzato. Residenza artistica per ballerini e coreografi. Un’iniziativa coreografica internazionale per elevare il profilo della danza e della Coreografia ed incrementare la connessione con il mondo delle Arti Visive.
In collaborazione con: Royal Danish Theater, Troy University, Alabama River Regional Ballet USA, Comune di Pietrasanta, Fondazione La Versiliana

FINESTRE D’ARTISTA

Finestre d’artista è il nuovo format di manifestazione artistica progettata da CAV, che si terrà in maggio 2018 e che nasce già con l’obiettivo di trasformarsi in un appuntamento annuale del comprensorio versiliese.
Facendo leva sul tessuto artistico produttivo locale, che pullula di artisti che si dedicano a diverse tecniche e materiali e che si intrecciano con la rete dei laboratori e fonderie che rappresentano l’attività tradizionale del territorio e l’attività delle oltre 30 gallerie con sede in città, la manifestazione vuole essere un’esperienza nuova e una vetrina permettendo l’incontro e lo scambio, in una cornice intima e suggestiva tra gli artisti e un pubblico fortemente motivato.
La manifestazione è strutturata come un’ibridazione tra fiera e residenza, ospitata nella storica cornice del convento di S. Francesco, sede della Fondazione Centro Arti Visive che si da come nuovo punto di riferimento per la vita artistica di Pietrasanta, richiamando l’attenzione sulla nuova produzione artistica, dando modo ai visitatori di incontrare gli artisti e di assorbirne la poetica, le tecniche, il lavoro……

TRAMONTI ITALIANI

Si inaugura sabato 24 febbraio 2018 alle ore 17, nella splendida cornice del complesso del Centro Arti Visive di Pietrasanta, con la presidenza di Liliana Ciaccio, la IV edizione delconcorso fotografico ͞Tramonti Italiani͟ organizzato dal Gruppo Fotoamatori Tramontitaliani composto da Elisabetta Femori, Ferdinando Rondinelli, Gianfranco Barsella, Mario Biondi, su un progetto di Daniele Taccola. Soli infuocati catturati mentre affondano nel blu del mare o si adagiano tra colline rigogliose e boschi incontaminati. Campi verdi, specchi d’acqua, baie nascoste, moderne opere architettoniche o storici scorci medievali ritratti mentre il giorno finisce e il sole si prepara a scendere dietro l’orizzonte. L’Italia raccontata per mezzo dello spettacolo dei colori che precede il crepuscolo, questo il tema del Concorso ͞Tramonti Italiani͟. Un tema che ha appassionato centinaia di fotografi professionisti e amatoriali, come testimoniato dalle tantissime immagini spettacolari giunte da ogni angolo dell’Italia, quest’anno oltre 7000, che hanno messo a dura prova la giuria incaricata di scegliere il Tramonto dei Tramonti, l’immagine indimenticabile vincitrice del concorso 2017. Tre le immagini finaliste delle 23 selezionate, opera di Ketty Corfini, Silvio Catani e Caselli Alberto. Al fianco delle immagini finaliste del Contest, si potranno ammirare alcune opere realizzate da Paolo Lazzerini, Tommaso Lucarini, Paolo Favret, Valentina Lucarini Orejon, Choi Yoon Sook, Andrea Giovannetti, Fonderia artistica versiliesetutti artisti e artigiani legati al territorio di Pietrasanta, città dalle mille risorse, dove arte, pittura, scultura e fotografia si fondono insieme a creare una forte attrattiva turistica. L’evento è patrocinato del Comune di Pietrasanta, hanno contribuito alla realizzazione il Consorzio Mare Versilia, BCC-Banca Versilia, Lunigiana e Garfagnana, Fonderia Artistica Mariani, Cape Horn Abbigliamento,. La premiazione si terrà sabato 24 Febbraio alle ore 17 presso la Fondazione CAV, Via dei Frati 6 – Pietrasanta, tutte le opere resteranno poi esposte, domenica 25 Febbraio dalle ore 10 alle ore 19. Ingresso gratuito.

LA FORMA DEL VUOTO

DANIELA CAPACCIOLI
23 dicembre – 25 febbraio

Donne Radici
Rete metallica e resina
300x80x80 cm

Ninfee
Rete metallica e resina
150x110x150 cm
100x110x150 cm

“…provare a catturare e trattenere l’invisibile e l’impalpalbile…dargli forma, colore, apparenza e vederlo trasformarsi, apparire, sparire. Plasmare il vuoto che ci circonda.”

“L’apparente vuoto che ci circonda in realtà è pieno di forme invisibili e impalpabili, quelle della memoria antica e universale, quelle della memoria recente della storia di ogni singola persona e quelle di un futuro che è già tra di noi attraverso gli occhi dell’immaginazione.
Siamo immersi in un continuo flusso che racchiude in sé passato, presente e futuro, ma incapaci spesso di scorgerlo, perchè è necessario fermarsi e aspettare, fermarsi e guardare, fermarsi ed ascoltare, solo allora figure e forme appaiono, mormorano ci osservano.
A volte nei sogni, a volte ad occhi aperti, per quelli che vogliono vederle, si rivelano pur restando discrete e sfuggenti, suggerendoci la loro esistenza.
Immergerci in questo mondo parallelo, diventare parte di una realtà invisibile, renderci capaci di cercare e vedere al di là della materialità del proprio corpo e delle cose che ci circondano per penetrare in profondità in questo flusso, seppur contraddittorio possa sembrare, ci permette di fermarci un attimo, sospesi in un tempo che non è più quello che scorre implacabile davanti ai nostri occhi, ma quello di un universo, di un tutto di cui facciamo parte.
Con le mie sculture desidero stimolare lo spettatore, seppur immerso in uno scenario reale e concreto, a cercare oltre quello che la sua vista e il suo udito gli fanno percepire.
La trasparenza delle sculture lo accompagna e lo trasforma in un viaggiatore sospeso in un tempo indefinito tra passato, presente e futuro.
Il suo processo di ricerca visiva si trasforma in percorso della mente che s’ immerge nei ricordi o si proietta in un possibile futuro”.

Nata a Monza nel 1973, Daniela Capaccioli, si diploma all’Accademia di Belle Arti di Milano in scenografia e collabora per alcuni anni come assistente scenografa in diversi teatri italiani.
Questa attività la apre alla sperimentazione di varie tecniche, disegno, pittura e scultura.
Trasferitasi in Francia nel 2000, decide di approfondire lo studio della scultura formandosi inizialmente alle tecniche relative alla manipolazione dell’argilla.
Grazie a Beatrice Koster, sua insegnante, scopre la rete metallica. Che le permette di riunire le sue due passioni, la scenografia e la scultura.
Le figure trasparenti si inseriscono nel paesaggio e si integrano ad esso, trasformandolo e creando nuovi scenari in cui lo spettatore diventa protagonista dell’opera.
Lo sguardo è invitato ad andare al di là della prima percezione per scoprire realtà invisibili, sottili, fragili.
Da qualche anno Daniela Capaccioli consacra la sua ricerca alla costruzione di una realtà parallela che affianchi quella percepita e che invogli lo spettatore ad andare al di là del suo occhio fisico per scoprire il suo sguardo interiore.

Informazioni
www.cavpietrasanta.it
www.sculpture-danielacapaccioli.com

MASTERCLASS musicale internazionale

Periodo: 17-28 luglio 2017.

In collaborazione con l’Accademia Musicale di Gstaad e l’Associazione “International Menuhin”, la Fondazione Centro Art Visive ha ospitato le masterclass per violino e pianoforte dedicate agli studenti partecipanti all’evento che si svolge in contemporanea alla prestigiosa rassegna “Pietrasanta in Concerto”, diretta dal Maestro Michail Guttman.
Periodo: 17-28 luglio 2017.

LE MANI SEGRETE

MOSTRA
Le mani segrete dell’eccellenze artigiane di Pietrasanta in mostra nella Sala delle Grasce e per tutta l’estate anche sul litorale di Marina e al Centro Arti Visive di Pietrasanta. Frutto della sinergia tra il Comune di Pietrasanta, Centro Arti Visive ed Artigianart, l’esposizione racconta, attraverso una galleria di opere – sculture in marmo e bronzo, mosaici e intarsi – realizzate dagli artigiani del marmo, laboratori e delle fonderie d’arte, il valore, la capacità, l’originalità ed il profondo legame con la tradizione e la storia della Piccola Atene celebre e riconosciuto in tutto il mondo.
In mostra, da sabato 6 a domenica 21 maggio, le opere della Fonderia d’arte Del Chiaro, Ulderigo Giannoni, Ferrari e Bacci, Bronzarte, Mirto Nannini, Emanuele Maremmani, Poli Ceramiche, Ursula Corsi, Dario Bigonzi, Stagi Mosaici, Nicola Stagetti, Stamperia d’Arte di Galleni Aldo, Antonio Barberi, Tiziano Lera, Piero Giannoni, Lucarini Tommaso, Valentina Lucarini, Francesco Galeotti, Szymon Olatarzewski per il laboratorio Togni e Fonderia F.ll Lucarini e Daniele Basso della Fonderia Lucarini.
L’esposizione nella Sala delle Grasce è la prima tappa di un percorso articolo che toccherà, durante la prossima estate, la Marina ed il Pontile di Tonfano con una mostra di opere en plein air anche di grandi dimensioni e al Centro Arti Visive.

Per poter gestire al meglio questo sito, sono memorizzati alcuni dati in piccoli file di testo denominati cookie.
Alcuni cookie sono indispensabili per il funzionamento tecnico del sito web, altri invece, attualmente non attivi, ci aiutano a migliorare l'esperienza di navigazione. Per questo secondo tipo di cookie, in caso di futuro attivazione, hai la facoltà di inibire il loro funzionamento, togliendo la spunta sulla relativa checkbox.

Per ottenere le informazioni necessarie sull'uso dei cookies da parte di questo sito, leggi la nostra Data Protection ed Informativa Cookies.

Pin It on Pinterest

Share This